Incontro con Assunta Signorelli

Prosegue la rassegna “Nel cuore della lotta delle donne. Incontri contro la violenza maschile, i fondamentalismi e il patriarcato” organizzata da Trama di Terre, in occasione del 25 novembre 2015, giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne.

Il prossimo appuntamento, inserito anche all’interno del calendario di “Oltre la Siepe”, si terrà mercoledì 18 novembre alle 18 (Centro Interculturale delle donne, via Aldrovandi, 31, Imola) con la presentazione di “Praticare la differenza. Donne, psichiatria e potere” di Assunta Signorelli (Ed. Ediesse, 2015).

Dialogheranno insieme a lei Daniele Barbieri, giornalista, e le donne del Centro di Salute Internazionale e Interculturale di Bologna (CSI).

Assunta Signorelli, psichiatra dell’equipe di Franco Basaglia, femminista non pentita, ha partecipato alla chiusura del manicomio e alla costruzione della rete dei servizi territoriali di Trieste.

L’esperienza della Signorelli, che è anche una socia fondatrice di Trama di Terre, dimostra che è possibile lavorare dentro le istituzioni socio-sanitarie con un’ottica femminista, per mettere al centro la donna con i suoi vissuti, comprendendo le relazioni – familiari, sociali e di genere – che hanno dato origine alla sua sofferenza.

La salute mentale delle donne, infatti, non è una questione individuale, da medicalizzare, ma è il frutto di un processo collettivo di presa di coscienza e di liberazione: perché “senza una riappropriazione del “governo” del proprio corpo, dei suoi moti e del suo sentire, non sarà mai possibile eliminare la violenza contro le donne”.

A questo link potete leggere l’introduzione di Daniele Barbieri alla presentazione del libro di Assunta avvenuta il 18 novembre 2015 presso il Centro Interculturale delle donne di Trama di Terre.

2019-03-19T04:20:11+01:00