In arrivo 30 migranti per Camelot, Trama e Arcolaio

Fra Imola e Castel San Pietro arriveranno 30 migranti all’interno di tre centri Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). Sono strutture di tipo permanente per progetti strutturati e condivisi con le Amministrazioni locali. Il nostro Circondario si era candidato a febbraio per il bando nazionale del ministero dell’Interno; l’obiettivo era attivare nuovi centri nei comuni che ancora non ne avessero, per suddividere in maniera equa l’accoglienza sul territorio. E ora le assegnazioni stanno per arrivare, visto il periodo estivo in cui i nuovi arrivi aumentano vertiginosamente.

Il progetto circondariale si è classificato decimo su 200. Ad occuparsi dei nuovi arrivati saranno l’associazione Trama di Terre, la coop. Camelot e il consorzio bolognese Arcolaio. Nel dettaglio, a Imola ci penseranno Camelot, che già gestisce il centro di accoglienza straordinaria (Cas) de La Pascola, e Trama, che si dedicherà come sempre all’accoglienza femminile, mente su Castel San Pietro c’è Arcolaio.

La rete Sprar è finanziata attraverso il Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo (Fnpsa); tra Imola e Castello arriveranno 237 mila euro per quest’anno e 405 mila per il 2017, il Circondario contribuirà con altri 34 mila euro nei due anni.

Imola, 27 Giugno 2016

 Fonte: sabato sera

2019-03-19T04:14:59+01:00