Appello di Trama di Terre per Sakineh Mohammadi Ashtiani

Sakineh Mohammadi Ashtiani, 42 anni, cittadina iraniana, vedova e madre di due figli, è l’ennesima donna che rischia di essere brutalmente lapidata con l’accusa di adulterio.

Il suo caso giudiziario è incerto: condannata in seguito ad una confessione estorta dopo 99 frustate, Sakineh, è stata accusata di aver avuto rapporti con due uomini fuori dal matrimonio, ma la verità di questo fatto non è mai stata chiarita.

Sappiamo che nella Repubblica Islamica dell’Iran, dove la legge di stato è la sharia, la morte per lapidazione può essere sentenziata da un giudice qualsiasi secondo la sua personale opinione, senza che sia necessaria la presenza di prove valide (articolo 105 del Codice Penale islamico dell’Iran).

Non ci interessa che Sakineh sia innocente o colpevole (se di adulterio si può essere “colpevoli”) noi, donne di Trama di Terre, italiane e straniere, atee, laiche, cristiane, buddiste e musulmane, vogliamo ribadire con forza che nessun crimine al mondo può essere punito con tanta brutalità e con la morte.

Ci rivolgiamo alla città di Imola, e a tutti gli uomini e le donne che la abitano, perché partecipino ad un’iniziativa pubblica in sostegno di Sakineh e di tutte le donne che, nel mondo e in Italia, rischiano la vita nel tentativo di esercitare i propri diritti di pensiero e sessuali.

Chiediamo in particolare ai cittadini e alle cittadine musulmane della nostra città di scendere in piazza insieme a noi e di prendere una posizione netta riguardo alla lapidazione di Sakineh.

Nessuna violazione dei diritti umani contro le donne può essere esercitata e accettata in nome dell’Islam o di qualsiasi altra religione. Sappiamo che dietro a queste violazioni si nasconde un fortissimo patriarcato mascherato da un controverso fondamentalismo religioso che tutte/i dobbiamo rigettare e combattere.

Dedichiamo con sorellanza la fine del Ramadan a Sakineh affinché mai a nostro nome vengano commessi questi crimini nel mondo.

Venerdì 10 settembre, ore 18,30

ritrovo in Piazza Matteotti

Primi/e firmatari/e: Amnesty International Imola, Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Imola, Coordinamento donne CGIL, Coordinamento donne SPI CGIL, Ass.ne Archinaute (Ge)

In caso di pioggia l’iniziativa si terrà presso la sede dell’Associazione Trama di Terre, in via Aldrovandi, 31, a Imola (per info e adesioni: info@tramaditerre.org 0542 28912 )

2019-03-19T04:56:01+01:00